Haiti impara cose

Oggi ho imparato che: alla chiesa ci si appoggia; nel senso che se sei una donna scavata dalla fatica a 20/25 anni, magra, quasi essiccata, con il sacco da portare accanto, vestita di niente, sporca, con gli occhi grandi nel volto, ti appoggi al muro della chiesa, all’esterno, durante la messa, e dormi e quando ti svegli rimani con gli occhi chiusi, nascosta fra le … Continua a leggere Haiti impara cose

Haiti – Italia 1 a 1: buon per me.

Due cose sul calcio ad Haiti. Grazie Italia per aver pareggiato l’altra volta con la squadra Haitiana. Ero in strada, dove ci sono i venditori e riparatori di televisori sotto i teli di plastica delle vecchie tende per i terremotato dell’Usaid. Accendono sempre la tv e attacano fili lunghissimi per la corrente. Ero in mezzo alla solita folla, tutti assiepati davanti, che si vedeva una … Continua a leggere Haiti – Italia 1 a 1: buon per me.

Remewò – 1′ puntata

Datemi del Pinot Grigio, o quel buonissimo prosecco freddo, quello a 3 soldi al litro del vinaio sotto casa. Quello che quando è caldo non lo senti, scivola giù che è un piacere, deglutisci bicchieri incurante del livello alcolico, partecipe della gioia delle bollicine sulla lingua, e migliore amico del gusto che si spande in bocca. E poi tutto è fresco fino allo stomaco, alle … Continua a leggere Remewò – 1′ puntata

Sesso e repressione sessuale fra gli Occidentali

A preoccuparsi degli islamici ci si dimentica gli evangelici americani. Tremendamente proficui, tremendamente razzisti, tremendamente sessuofobici. Quando affittano spiagge ad Haiti, le affittano chiuse con reti; che non entrino troppi negri poveri e magari mezzi nudi. Che ad Haiti tutti vanno con tutti, e gli uomini a St. Pierre in piazza, ti raccontano di come passino i pomeriggi a guardare e provarci con donne. Poi … Continua a leggere Sesso e repressione sessuale fra gli Occidentali