Paranoia e Saddam! davanti alla SInagoga. Pacifici manifestanti, Pacifici capi di comunità-

La Comunità ebraica protesta: “Hanno gridato Saddam! davanti al tempio”. Ma gli studenti negano: “Mai slogan anti ebraici”.

Ma che cazzo è, Spinoza? Saddam?? Il rimosso dell’Occidente che ritorna a galla in modo confuso? L’antisemitismo come sintomo di finedelmondo? L’ignoranza abissale di gente confusa? E se c’era un amico loro di nome Saddam? E se ci sentono male dalla Comunità Ebraica? ma come la immaginate la scena, tipo intorno al tempio gente che guarda gli scontri uno che si gira e dice “saddam!” come si direbbe “Bu” e loro che scappano? Oppure un coro intonato alla vista del tempio ebraico? psicosi di massa? Discorso del Potere? Panico Morale? L’antisemitismo come dispositivo del Potere per etichettare il Male con la M maiuscola?
Infine il delirio complottista di Pacifici: “Ha detto il presidente della comunità ebraica di Roma Riccardo Pacifici. “Trent’anni fa si presentarono con una bara vuota che lasciarono davanti l’ingresso del tempio – prosegue – Un mese dopo morì il piccolo Gay Taché. Ora sono di nuovo qui con le bandiere palestinesi e la kefiah ad inneggiare contro la nostra comunità. Perché siamo stati messi in mezzo a tutto questo? Piena solidarietà alle Forze dell’Ordine però perché si consente a gruppi organizzati aventi posizioni ostili nei nostri confronti di passare proprio davanti la sinagoga? Chiediamo al questore e al prefetto di impedire in futuro il passaggio di manifestazioni nel nostro quartiere”.
L’antisemitismo ha raggiunto quel tipo di stadio in cui è usato come discorso a prescindere. Non ha più uno statuto, come definire il termine “antisemita”? è diventato un Ur-discorso, anzi meglio una paraculata; qualsiasi Cosa vada ad “impattare” con un’altra cosa contenente elementi, anche parziali, riconducibili ad Israele o all’ebraismo diventa antisemitismo, diventa Emergenza. Per cui il capo della comunità ebraica può arrivare a chiedere “al questore e al prefetto di impedire in futuro il passaggio di manifestazioni nel nostro quartiere”. Non se ne capisce il motivo effettivo, è solo gestione del territorio? Perché gli abitanti del quartiere Prati invece devono e possono tenersi in strada manifestazioni? varie? Credo sia paranoia, discorso paranoico vero e propria. L’Altro gode nel farmi male. Dall’Altro non posso aspettarmi che dolore. continua Pacifici: “”Circa mille bambini della nostra comunità” ha concluso Pacifici “sono stati costretti a restare chiusi all’interno della scuola per paura di quanti stavano manifestando sul Lungotevere e per quanto stava accadendo. Anche i loro genitori erano impossibilitati ad andarli a prendere. Ci troviamo davvero in una situazione paradossale. Molti di loro sono atterriti dalla paura”. Non è che stavano dentro perché ebrei, ma in quanto bambini, noi questo lo capiamo subito. Sarebbe accaduto in qualsiasi altra situazione. Per Pacifici invece, la componente etnica diventa maggioritaria. Non sono bambini, sono prima di tutto ebrei. Se ogni sillaba riguardante qualcosa che abbia elementi ebraici è Antisemita, allora la paranoia deriva dal fatto che, dovendo corrispondere a questo Ideale di vittima a prescindere, tutto quanto diventa paranoicamente contro di me. E’ proprio lo scarto reale che m rende paranoico. E l’antisemitismo vero intanto resta un problema reale.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/11/14/news/urla_e_fischi_sotto_la_sinagoga_studenti_gridano_saddam_saddam-46641285/?ref=HREA-1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...