Treviso

Teatro degli Orrori. Vivere e morire a Treviso

Signore e Signori – Pietro Germi

dormi. la notte porta consiglio. sveglia. devi lavorare, spezzare la schiena dei giorni feriali. un giorno. si torna a casa.
eppure,
sembra ieri mano nella mano io e te così preziosi. dormi. dentro di te c’è così tanto amore. da rifare il mondo intero. “Se e’ vero amore…” del resto nemmeno io. ti ho mai capita. fino in fondo. mangia. mangia qualcosa ” E va bene, mangio. Ma non ho fame!”. “lei starà pensando, come mai il ragioniere non parla” “nono, me piaze l’uomo taciturno” “eppure è solo la mia bocca che tace, ma penso, e questo che mi fa sembrare un essere chiuso in se stesso uno scontroso”. “non ze denigri ragioniere” Un giorno finalmente si torna a casa. “sa cosa penso? penso a lei”. “la notte non dormo Milena” “Milena io penso a lei” “ma cosa dize ragioniere”. Eppure sembra ieri mano nella mano io e te. Così. preziosi. Dormi.
Dentro di te c’è così tanto amore da rifare il mondo intero. “Zitto non parlare. ma cos’ho in casa io? un uomo? un ruminante ho…Sai chi ci voleva a te, a te una moglie come la Giorgia, le donne più sono sporcone più sono fortunate…sai cosa bisognerebbe fare? Come a Vicenza! un comitato per la salvaguardia della moralità pubblica e impiccarvi tutti!” Del resto nemmeno io ti ho mai capita, fino in fondo.
“Osvaldo non farlo, torna a casa!!!” Finalmente si torna a casa, il cielo di stelle forse. è l’ultima cosa bella che ci rimane. Eppure. Sveglia. I figli si sa. hanno altro a cui pensare. “Tutto si è concluso quindi nel migliore dei modi, i nostri 5 concittadini, della cui rettitudine nessuno ha mai dubitato: hanno ascoltato con animo sereno il verdetto. essi sono stati assolti per non aver commesso il fatto. i colpevoli di calunnia dovranno rispondere delle ignobili accuse con cui avevano cercato di gettare de fango su dei concittadini di specchiata virtù”. Mangia, ti prego mangia qualcosa, sei pelle ed ossa. dormi. la notte sei così bella. “allora va bene signor commendatore?” “ah, sisi. ben ben. magari il finale mi sembra troppo forte, specchiata virtù un par de balle”. (la provincia al mondo con più fratture del pene è l’italianissima Treviso, dove anche l’uso del Viagra è molto diffuso). “Il capoluogo della Marca gioiosa et amorosa primeggia infatti con un rapporto tra annunci on-line e popolazione pari all’1,49% e una prostituta virtuale ogni 39 uomini. Occhio: anche cambiando genere le due città restano sul podio. La nicchia dei gigolò – scrive Panorama – conferma infatti il testa a testa fra Cuneo e Treviso, con la città piemontese che vince su quella veneta 93 a 87. Uno scarto tutto sommato minimo”. Sveglia. “il decalogo dello sceriffo numero di Italia dice Rivoluzione. Voglio eliminare tutti i bambini degli zingari che vanno rubare agli anziani; io voglio la rivoluzione. Dobbiamo mettergli il turacciolo in bocca e nel culo! Voglio la rivoluzione contro quelli che vogliono aprire le moschee. No! vanno a pregare nei deserti!” Dormi. Mangia. Sveglia. Vivere e morire a Treviso. Del resto nemmeno io ti ho mai capita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...